Login 
 
martedì 12 novembre 2019
Sigaromanzia
Modo di fumare
Dimmi come fumi e ti dirò chi sei

Il sigaro ci parla.

Parla di chi lo fuma delineandone carattere e personalità: allegro, generoso, elegante, nervoso, ragionevole chiacchierone. È dal modo di tenere il sigaro tra le dita, di maneggiarlo e di fumarlo che viene svelata l’indole di ogni fumatore. Nel 1920-1921, in un annuario de “il tabacco”, venne illustrata per la prima volta la “Sigaromanzia” ovvero dodici modi per stabilire, in base alle varie abitudini, le caratteristiche psicologiche di chi lo fuma.

 

Maneggiare il sigaro significa esternare la propria interiorità e chi ci osserva, prestando un po’ di attenzione, potrà sicuramente conoscerci meglio.

 

Chi tiene il sigaro tra pollice e l’indice con la punta rivolta verso il basso è un uomo collerico; calmo e deciso è colui che lo fuma adagiandolo lungo il medio e tenendolo in equilibrio con il pollice; pratico e vendicativo chi invece lo tiene con il pugno serrato e rivolto avanti a se.

 

Se avete voglia di scoprire le vostre inclinazioni, individuate nell’illustrazione il modo di fumare che più somiglia al vostro e scoprirete come, agli inizi del ‘900, vi avrebbero definito.

 

 

 

 

1)      Chiacchierone, democratico, generoso, affabile.

 

2)      Ragionevole, pensieroso.

 

3)      Parlatore, elegante e buono, psicologo.

 

4)      Spirito calmo e deciso.

 

5)      Incredulo.

 

6)      Nervoso collerico, ma uomo di parola.


7)      Gaio, gioviale, testardo.


8)      Scettico, pratico, vendicativo.


9)      Elegante e dabbene.


10)  Solitario, interessato.


11)  Brutale ed egoista.


12)  Economo.

 

 

 Copyright (c) - EVEN57 Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy